Omelie - Movimento dei Cursillos di Cristianità in Italia

Cursillos di cristianità in Italia
SITO UFFICIALE DEL MOVIMENTO
Vai ai contenuti

Menu principale:

Omelie

Documenti > Papa Francesco
LE OMELIE DI PAPA FRANCESCO
Un buon sacerdote sa “commuoversi” e “impegnarsi nella vita della gente”. E’ uno dei passaggi dell’omelia mattutina di Papa Francesco a Casa Santa Marta, pronunciata in spagnolo. Dio, ha detto il Pontefice, “ci perdona come Padre, non come un impiegato del tribunale”. 

I tempi cambiano e noi cristiani dobbiamo cambiare continuamente”, con libertà e nella verità della fede. Lo ha affermato il Papa all’omelia della Messa del mattino, celebrata in Casa Santa Marta. Francesco ha riflettuto sul discernimento che la Chiesa deve operare guardando ai “segni dei tempi”, senza cedere alla comodità del conformismo, ma lasciandosi ispirare dalla preghiera. 

Guardarsi dai dottori della legge che accorciano gli orizzonti di Dio e rendono piccolo il suo amore. E’ uno dei passaggi dell’omelia di Papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta, incentrata sul comandamento dell’amore e la tentazione di voler essere controllori della salvezza.
Dio non abbandona mai i giusti, mentre quelli che seminano il male sono come degli sconosciuti, dei quali il cielo non ricorda il nome. È l’insegnamento che Papa Francesco ha tratto dalle letture del giorno della Messa mattutina, celebrata in Casa S. Marta.
C’è un «virus» potente e pericoloso che ci insidia, ma c’è anche un Padre «che ci ama tanto» e ci protegge. È la subdola seduzione dell’ipocrisia al centro dell’omelia di Papa Francesco durante la messa celebrata a Santa Marta la mattina di venerdì 16 ottobre.
Webmaster
Gianluigi Genovese
Torna ai contenuti | Torna al menu