Il Carisma - Movimento dei Cursillos di Cristianità in Italia

Cursillos di cristianità in Italia
SITO UFFICIALE DEL MOVIMENTO
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Carisma

Carisma
Carisma fondazionale


" La migliore  notizia, Dio in Cristo ci  ama, comunicata con il miglior  mezzo, l'amicizia , diretto al meglio di ciascuno che é il suo essere  persona"

Sentire l'esperienza  intima  che  "Dio mi ama",   con l' inquietudine apostolica , come battezzati, di comunicare questa grande notizia alla maggior parte delle persone dei miei ambienti, preferibilmente ai lontani, mediante il metodo dell'amicizia

La definizione  che Eduardo formula é  la seguente:

"I Cursillos di Cristianità   sono  un Movimento che , mediante un metodo proprio, tentano, partendo dalla Chiesa, di ottenere che le realtà  del  cristiano  si trasformino  in  vita nella  singolarità,  nella  originalità  e nella  creatività  di ogni  persona,  perché ,scoprendo  le proprie  potenzialità  e accettando i propri  limiti, conducano la propria libertà  con convinzione, rafforzi la sua  volontà con  decisione  e propizi l'amicizia   in virtù della sua costanza nella sua vita quotidiana   individuale  e  comunitaria"


La mentalità

Rendiamoci conto che il cursillo,  non pretende  fare dei cristiani: cristiani si diventa col battesimo.
Quello  che il cursillo chiaramente  pretende é creare una coscienza e indicare una possibilità  di un piena vivenza e convivenza del nostro battesimo.
Pretende che  noi cristiani  siamo perfettamente coscienti della nostra eredità  divina, della dignità  e del privilegio di essere uomini, figli di Dio e membri attivi della sua santa Chiesa.

La  mentalità  del Movimento dei Cursillos di Cristianità può sintetizzarsi in poche parole:

  •   Oggettivamente:  Il vangelo e il senso comune  (il buon senso)

  •    Soggettivamente:  La fede  e la  persona.

In questo modo, Eduardo Bonnìn, ha pensato che potremo  avere di fronte alla vita, la nostra vita e la vita degli altri, una  mentalità  che fosse totalmente cristiana, una  mentalità  che fosse ragionata, voluta, mantenuta e contagiata.

La finalità e l'essenza

Eduardo ha riassunto il  messaggio che ha ricevuto in tre parole. Queste tre parole sono il compendio  dell' Essenza e Finalità  del Carisma Fondazionale dei  Cursillos di Cristianità :

CRISTO-PERSONA - AMICIZIA


La finalità  ultima di  Cursillos é rendere  possibile  che il giorno del Giudizio Finale  ci siano più persone  alla destra che   non alla sinistra del Signore.  La finalità  immediata dei Cursillos é nel dare la conoscenza, convincimento, vivenza e convivenza  del Fondamentale Cristiano.
Il Messaggio, lo spirito del Cursillo non é tanto una realtà della storia ma un "perno" che dobbiamo dare alla storia.
Come abbia già detto, non è un cambiamento nel sistema, ma un cambio di sistema. Si tratta di scoprire un'altra visione, senza dubbio, più profonda e più autentica :  dal comandamento di " amare Dio", alla  Buona Novella che "Dio ci ama". Se é  venuto a dirci che  dobbiamo credere  e sperare in Dio,  prima  di tutto  è venuto a darci la Grande Notizia che Dio, in Cristo, crede in noi, ci ama,  e persino  aspetta con molto  entusiasmo  che noi gli corrispondiamo

La Riunione di Gruppo

Le  Riunioni di Gruppo sono la base del Movimento dei Cursillos di Cristianità.

La loro importanza si fonda su quello che condivido della mia vita con gli altri che condividono la loro con me....
La Riunione di Gruppo è vivere la vita a voce alta con degli amici di cui io mi arricchisco e loro si arricchiscono di me, perché conviviamo e compartecipiamo le nostre  circostanze concrete, le nostre grandezze e i nostri dettagli della vita.
E' sentire la gioia con i successi di ognuno e soffrire come propri  gli insuccessi degli amici.
Con la Riunione di Gruppo, cresciamo nell'amore e amicizia in Cristo, perché Cristo è uno dei componenti della Riunione di Gruppo.
Ne usciamo " con le batterie cariche" disposti ad evangelizzare i nostri ambienti, perché ne usciamo pieni di Grazia che ci infonde lo Spirito santo, che invochiamo all'inizio  e a cui chiediamo aiuto.  
Ogni membro della Riunione di Gruppo evangelizza dando testimonianza in ogni sua azione della vita fatta per amore,  quell'amore  di cui la Riunione di Gruppo ci ha riempito.
La Riunione di Gruppo, fatta "per" amicizia, assicura  la perseveranza e la  crescita  iniziata nel  Cursillo di  Cristianità, sentendosi cristiano con la gioia, costantemente rinnovata da una  pentecoste  settimanale.


L'Ultreya

Ultreya era un grido in incoraggiamento che nel Medio Evo si davano i pellegrini nel cammino di Santiago di  Compostela:   


ULTREYA! ,MÁS ALLA!,  PIU' IN LA',   AVANTI ...


E' la voce di   incoraggiamento   per   proseguire il cammino  giornaliero  della nostra normalità, confidando  nella  Grazia  di Dio, perché il cammino non sia in "salita" .
Ultreya è sempre un invito  ad andare sempre "più in là" , oltre se stessi, per incontrare l'altro e costruire la comunità,
Ultreya é una chiamata ad andare sempre avanti a testa alta, segno di dignità e segnale di una vita piena di senso.
Ultreya  è l'appello a non cadere nel cammino della vita, ma a contagiare gli altri  della gioia di Cristo.


L' Ultreya e la Riunione di Gruppo sono la chiave maestra essenziale   per perseverare e  crescere  nel  "cammino" dei Cursillos di Cristianità

L'importanza dell'Ultreya è talmente straordinaria  che laddove non  si celebra o non si celebra secondo lo "spirito" originale, sarà  solo un "tentativo" di Cursillos. E' impossibile che comprenda l'Ultreya chi non l'ha vissuta, così come non la comprende chi partecipa  ma non  la vive nella sua essenza o semplicemente non la vive..
Si potrebbe dire che l'Ultreya è tanto  bella….. per essere vera!

Il ruolo del sacerdote nel Cursillo

.... Ma, detto questo, occorre aggiungere che l'impegno di un sacerdote nel cursillo non può essere considerato nemmeno come un  fatto marginale nel suo ministero, o come copertura del suo tempo libero.
E' ovvio che l'impegno del sacerdote non si limita ai tre giorni, le persone che il Signore ci affida non ce le affida a tempo, ma il rapporto di amicizia spirituale che si istaura non ha scadenze e il sacerdote che ha fatto conoscere e sperimentare ad alcune persone l'amore del Signore, la realtà della Chiesa, la bellezza del vivere cristiano, non può abbandonarle. Sarà suo compito di pastore saper  indirizzare le persone negli impegni e negli ambienti idonei  senza volerle legare alla sua persona.
Oltre al rapporto personale il sacerdote ha rapporti con i laici nei vari momenti, dal pre-cursillo all'ultreya, dalla scuola responsabili al coordinamento. Il suo stile deve essere quello di aiutare i laici  a maturare  come cristiani, a crescere nella  fede  e nella capacità di essere protagonisti nella vita ecclesiale. Li sappia accompagnare senza paternalismi, senza inibire le loro iniziative, amandoli veramente: solo l'amore  farà sì che anche eventuali correzioni di tiro che il sacerdote dovrà fare per  motivi di dottrina, o di altro genere, siano accettati con serenità.  


Il ruolo del responsabile

Che  razza  di dirigenti possiamo diventare,  se non  ci  diamo valore come persone, se non ci crediamo dirigenti o  se non sappiamo ciò che significa essere dirigenti?

Che  razza  di dirigente cristiano possiamo essere,  se non  conosciamo il nostro valore come persona  figlia  di Dio, se non conosciamo la nostra religione, la nostra dottrina, il vangelo, i documenti del vaticano, le encicliche dei nostri papi, le biografie dei santi, in poche parole  se  non conosciamo la nostra fede cristiana?

E come "dirigenti cristiani nel MCC", supposto che siamo già dirigenti, che siamo già cristiani, che razza  di dirigenti possiamo essere nel MCC, se non conosciamo la sua mentalità, la sua essenza e la sua finalità? Come possiamo esserlo e realizzare la  nostra "funzione" senza vivere e convivere un metodo kerigmatico?.....


Webmaster
Gianluigi Genovese
Torna ai contenuti | Torna al menu